Il Consiglio di Amministrazione avvia l’iter per un piano di rafforzamento patrimoniale attraverso un aumento di capitale a pagamento

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa di Risparmio di Asti S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza del dottor Aldo Pia, ha deliberato di avviare un programma di rafforzamento patrimoniale mediante un aumento di capitale a pagamento di complessivi massimi Euro 200 milioni da offrire in opzione a tutti gli azionisti.

L’obiettivo dell’operazione è di aumentare il livello di patrimonializzazione della Banca e del Gruppo al fine di assicurare un’adeguata dotazione di mezzi propri a supporto delle prospettive strategiche e di rafforzare ulteriormente la propria adeguatezza patrimoniale rispetto ai requisiti di Basilea 3, creando un adeguato cuscinetto di capitale aggiuntivo.

Le modalità, i termini e le condizioni dell’aumento di capitale, inclusi il prezzo di emissione, il numero delle nuove azioni da emettere ed il rapporto di opzione saranno definiti nel prosieguo dell’iter di approvazione dell’aumento di capitale. In particolare, la proposta di aumento di capitale dovrà essere sottoposta all’approvazione dell’assemblea straordinaria dei soci che si terrà in una data successiva alla data dell’assemblea ordinaria chiamata ad approvare il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2014, secondo quanto sarà comunicato mediante apposito comunicato stampa. Ai fini di quanto precede, la Banca avvierà i procedimenti autorizzativi con le Autorità di Vigilanza (Banca d’Italia e Consob).

Si stima attualmente che l’offerta relativa all’aumento di capitale possa iniziare entro la fine del secondo trimestre del 2015, subordinatamente all’approvazione assembleare e al rilascio delle autorizzazioni delle competenti Autorità di Vigilanza.

Leave a Reply