L’Assemblea straordinaria degli azionisti approva l’aumento di capitale.

L’Assemblea straordinaria degli azionisti di Cassa di Risparmio di Asti, riunitasi oggi, ha approvato la proposta di aumento del capitale sociale a titolo gratuito e a pagamento che prevede:

  1. a) un aumento del capitale sociale a titolo gratuito, ai sensi dell’art. 2442 cod. civ., per un importo complessivo di circa Euro 21 milioni, mediante passaggio a capitale sociale di un pari ammontare prelevato dalle riserve ex 7, comma 6, D. Lgs. 38/2005 e dalla riserva di rivalutazione ai sensi della L. 342/2000, da eseguirsi mediante l’emissione di nuove azioni da assegnare gratuitamente a tutti gli azionisti in ragione di n. 1 nuova azione per ogni n. 9 azioni possedute; e
  2. b) un aumento del capitale sociale a pagamento per massimi nominali Euro 21 milioni circa, oltre al sovrapprezzo, in forma scindibile, per un controvalore complessivo massimo di circa Euro 50 milioni, incluso il sovrapprezzo, da offrire in opzione a tutti azionisti della Banca; è previsto che il prezzo di sottoscrizione delle azioni di nuova emissione (compreso tra un minimo di Euro 12 ed un massimo di Euro 14,50, incluso il sovrapprezzo), il numero di tali nuove azioni, il rapporto di opzione nonché l’esatto ammontare dell’aumento di capitale siano determinati da un successivo Consiglio di Amministrazione da tenersi in prossimità dell’avvio dell’offerta in opzione.

Le azioni emesse in esecuzione dell’aumento di capitale avranno le stesse caratteristiche e attribuiranno i medesimi diritti delle azioni della Cassa di Risparmio di Asti in circolazione alla data della loro emissione, fatta eccezione per il diritto di godimento che avrà decorrenza dal giorno successivo alla data di stacco del dividendo relativo all’esercizio 2012; le azioni di nuova emissione, pertanto, non avranno diritto a percepire i dividendi relativi all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2012.

Si prevede che l’offerta in opzione e al pubblico relativa all’aumento di capitale a pagamento possa avvenire, successivamente all’acquisizione della partecipazione di controllo in Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli (Biverbanca), nel corso del primo trimestre del 2013, subordinatamente al rilascio dell’autorizzazione della Consob alla pubblicazione del relativo prospetto informativo.  La data di inizio del periodo di offerta sarà comunicata successivamente con le modalità previste dalla legge.27

 

Asti, 27 dicembre 2012

Leave a Reply